ABOUT US

Floaty è una startup che si occupa di depurazione delle acque reflue industriali e urbane mediante processi green. Il nostro team ha sviluppato tecnologie innovative per permettere di eliminare specifiche molecole organiche presenti nei reflui e potenzialmente pericolose per la salute dell'uomo e dell'ambiente. 

Abbiamo sviluppato la cosiddetta FITODEPURAZIONE MIRATA ossia una versione della fitodepurazione tradizionale implementata e più efficace ed efficiente grazie a specifici batteri selezionati laboratorialmente e inoculati nella rizosfera delle macrofite.

La nostra soluzione per abbattere l'inquinamento idrico

Floaty nasce dall'osservazione ed analisi dei corsi d'acqua presenti nel circondario del rhodense (MI) e si propone di contribuire alla riduzione degli inquinanti  nelle acque reflue causato da molecole attribuibili ad alcuni farmaci, pesticidi e sostanze chimiche presenti nei reflui industriali ed urbani con l'utilizzo di piante acquatiche (macrofite), quali Typha latifolia e Phragmites australis, potenziate da batteri specifici inoculati nella rizosfera. 

Dal mondo vegetale può arrivare dunque un aiuto per ridurre la contaminazione di inquinanti organici, poiché, attualmente, i metodi convenzionali di depurazione non risultano in grado di ridurre/rimuovere queste sostanze che restano presenti nelle acque trattate. Riteniamo che la fitodepurazione mirata possa giocare un ruolo significativo nel futuro del risanamento idrico, perché l’utilizzo di batteri consente una efficace metabolizzazione degli inquinanti ed un’efficiente impiego delle risorse.

La scelta dell'utilizzo dei batteri è strategica in quanto essi sono in grado di lavorare tutto l'anno a prescindere dalla presenza di luce solare, di quantità variabili di ossigeno e di temperature non ottimali. 

Abbiamo selezionato ceppi batterici specifici che, da soli o in consorzio, associati alle radici di piante acquatiche, sono in grado di decomporre le molecole dei contaminanti grazie all'azione di enzimi degradativi. Le piante per fitodepurazione catturano l'ossigeno dall'atmosfera e lo trasportano fino all’apparato radicale, dove viene rilasciato ai batteri aerobi che vivono in simbiosi con le radici e possono quindi operare, degradando le molecole organiche trasformandole in molecole inorganiche.

Fitodepurazione mirata 

Per fitodepurazione si intende un insieme di processi naturali di trattamento di acque inquinate, basati sullo sfruttamento del sistema suolo-vegetazione, quale filtro naturale per la depurazione dell’acqua (Borin 2003). L’acqua reflua può scorrere liberamente, oppure passare all’interno di un substrato.

La parola fitodepurazione, può trarre in inganno, facendo pensare che siano le piante le vere responsabili della depurazione. Questo solo in parte, poiché, in realtà, la loro principale funzione è creare le condizioni idonee per lo sviluppo di tutta una serie di meccanismi, in grado di purificare il refluo in cui i microorganismi assumono un ruolo preponderante (Romagnolli et al. 2002).

Sulla base dell’estensione dell’area di lavoro si parla di :

L'obiettivo della realizzazione di impianti artificiali, consiste nell’incrementare l’efficienza depurativa, adattando alle caratteristiche dell’acqua reflua da trattare, la scelta e la gestione delle specie vegetali, la scelta del substrato e la gestione del flusso idrico (Borin, 2003).

Questo permette di ridurre notevolmente le superfici impiegate per la realizzazione degli impianti. Un sistema di fitodepurazione è generalmente costituito da una vasca, contenente un medium di riempimento, permeabile, dove sono insediate piante acquatiche.

A partire da questa definizione di fitodepurazione, Floaty ha studiato tecniche per implementarla e migliorarla al fine di aumentare l’efficacia e l’efficienza: nasce quindi la FITODEPURAZIONE MIRATA. 

La fitodepurazione mirata è una versione migliorata e biologicamente modificata dell’attuale fitodepurazione. Abbiamo selezionato centinaia di batteri capaci di degradare specifiche molecole organiche e adatti ad essere inoculati nella rizosfera delle macrofite. In questo modo i batteri, mediante processi enzimatici e digestivi, degradano molecole presenti nelle acque reflue, le quali vengono assorbite dalle piante. 

Il processo Floaty

Floaty, con le sue proposte (vedi pagina XX) vuole inserirsi nel mercato come azienda di depurazione delle acque reflue industriali e urbane. Floaty si posiziona quindi dopo la produzione di acque reflue da lavorazioni industriali o utilizzo urbano e prima della potabilizzazione delle acque o dell’utilizzo in ambito industriale o agricolo.

A. Utilizzo dell’acqua depurata in agricoltura o in industria

B. Potabilizzazione 

Floaty vuole essere quindi il secondo punto del processo di trattamento delle acque reflue, occupandosi della progettazione, realizzazione e gestione dell’impianto. 

Attualmente l’acqua depurata con tecnologia Floaty non risulta essere potabile, ma adatta all’uso agricolo, industriale o allo scarico nelle rete fognarie, rispettando i limiti di concentrazione di inquinanti imposti dalle normative. In questo modo si può instaurare un’economia circolare.

Floaty si vuole quindi occupare interamente del processo di depurazione del refluo, seguendo protocolli realizzati ad hoc:

Le nostre proposte

Attualmente Floaty sta lavorando per offrire tre differenti proposte: 

I nostri elementi distintivi

Floaty aspira a essere una startup moderna con una prospettiva nuova e orientata al futuro. I nostri punti distintivi sono i seguenti:

Innovazione ed ecosostenibilità

La nostra tecnologia di depurazione delle acque reflue è innovativa ed ecosostenibile. I processi enzimatici dei batteri associati alla capacità assorbente delle piante ci permettono di sviluppare bio-impianti con impatto ambientale ridotto. Le piante dei nostri impianti contribuiscono anche alla depurazione dell'aria, assorbendo inquinanti come CO2 e polveri sottili.

Basso costo

Stime indicano che il costo per depurare un metro cubo di acqua reflua è inferiore al 50% rispetto alla media dei nostri concorrenti italiani (questi dati potranno variare durante la sperimentazione su larga scala). Questo ci consente di penetrare il mercato con una proposta economica ed ecosostenibile, vantaggiosa sia per l'economia che per l'immagine dei nostri clienti.

Scalabilità

Le nostre tecnologie si basano sulla scelta di batteri specifici per la degradazione di molecole organiche presenti nel refluo. Questo permette di utilizzare lo stesso impianto, cambiando solo i batteri inoculati per la depurazione di acque con differenti inquinanti. I nostri impianti sono modulari, consentendo una gestione flessibile e semplificata, adattabile a necessità di espansione, riduzione o spostamento. In caso di problemi tecnici, è possibile isolare singoli moduli per la manutenzione senza fermare l'intero impianto. 

Customizzabile

I nostri impianti sono personalizzabili in base alle molecole da degradare. È possibile inoculare batteri specifici secondo le esigenze del cliente. I moduli sono progettati per adattarsi all'ambiente industriale o urbano, consentendo la personalizzazione di forma, dimensioni, colori e materiali.  

Team Giovane

Il team di Floaty è giovane e orientato al futuro. I membri della startup condividono una prospettiva moderna e vogliono creare una realtà che valorizzi l'innovazione e sviluppi tecnologie adatte al mercato attuale. 

Ambiente inclusivo

Floaty promuove un ambiente inclusivo che difende le libertà individuali e collettive. I valori umani della startup includono l'uguaglianza di genere, l'apertura nei confronti della comunità LGBT+ e la difesa delle idee e dell'espressione personale. 

Il nostro team

Siamo più di un team; siamo un gruppo di menti brillanti e appassionate unite dalla stessa missione: sviluppare tecnologie efficaci, ecosostenibili ed economiche per la depurazione delle acque reflue. In un mondo in cui l'innovazione è la chiave del successo, il nostro team rappresenta la forza trainante dietro la nostra startup.